Euro al nuovo record sul dollaro

Inviato da Marco Barlassina il Lun, 23/07/2007 - 09:06

L'euro tocca 1,3844 contro dollaro ed è nuovo record storico. Mai prima di questa mattina la moneta dell'area euro dal suo debutto nel 2002 si era spinta a un tale livello nei confronti del biglietto verde. Più che di forza della divisa unica si può ragionevolmente parlare di debolezza della divisa americana, che contestualmente è sceso al valore più basso delle ultime sei settimane  nei confronti dello yen giapponese. Anche la sterlina britannica ha ulteriormente ritoccato verso l'alto il record contro dollaro degli ultimi 26 anni, toccando pochi minuti fa il livello di 2,06.

Il movimento registrato questa mattina segue a una settimana di passione per il dollaro, sceso, nei confronti di un paniere rappresentativo delle principali valute mondiali al  livello più basso degli ultimi 12 anni.

A giudizio degli osservatori sul dollaro starebbe pesando la crisi dei mutui subprime e le prime avvisaglie di ripercussioni di tale crisi sull'intera economia. Un'evidenza che potrebbe spingere la Federal Reserve a un taglio dei tassi d'interesse già nel secondo semestre del 2007. La scorsa settimana la banca d'affari Bear Stearns ha reso noto il pressochè totale azzeramento del valore di due dei suoi fondi hedge maggiormente esposti su titoli originati da mutui subprime e il presidente della Fed, Ben Bernanke, in un'audizione al Congresso ha specificato che i danni provenienti dalla crisi dei mutui concessi ai cittadini non in grado di portare garanzie potrebbero valere tra i 50 e i 100 miliardi di dollari.

Non ci sono però solo i subprime. A preoccupare sono anche le condizioni complessive dell'economia americana. Sempre settimana scorsa la banca centrale americana ha reso noto di aspettarsi che l'economia del Paese crescerà a un ritmo compreso tra il 2,25 e il 2,5% contro precedenti previsioni che si attestavano in un range compreso tra il 2,5 e il 3%.

COMMENTA LA NOTIZIA