1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Eur/chf alle prese con scoglio di 1,10, deflussi da emergenti a sostegno del trend rialzista

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Franco svizzero in moderata risalita dai minimi a 8 mesi contro l’euro toccati venerdì scorso. Il cross tra euro e franco svizzero viaggia in area 1,0973 dopo aver testato venerdì scorso l’importante soglia posta in in area 1,10 chf, livello che non vedeva da metà gennaio, ossia da quando la Swiss National Bank ha tolto il cap a 1,20 sul cross tra le due valute.

Oggi i dati sui prezzi alla produzione hanno confermato le pressioni deflattive in terra elvetica con un calo del 6,8% a/a ad agosto, più marcato rispetto -6,7% previsto. “Crediamo che nei prossimi mesi le pressioni sui prezzi si stabilizzeranno, perché inizieranno a farsi sentire gli effetti del franco svizzero più debole”, commenta Arnaud Masset, analista di Swissquote.

Per quanto riguarda le prospettive del cambio eur/chf, l’esperto di Swissquote ritiene che il deflusso di capitale dai mercati emergenti sarà probabilmente positivo per l’euro “perché gli operatori smetteranno di utilizzare la moneta unica come valuta di finanziamento. Inoltre, la recente divergenza fra i dati economici delle due aree spingerà gli operatori a cercare investimenti a maggior rendimento nell’Eurozona”.