1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Eur/Aud, la violazione di area 1,2480 è un segnale long

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il cambio euro/dollaro australiano ha fornito un importante segnale bullish nella giornata di venerdì. Le quotazioni del cross sono infatti riuscite ad oltrepassare la coriacea soglia di resistenza statica individuabile in area 1,2480 euro grazie alla chiusura di seduta a 1,25716. L’indicazione positiva viene dopo una lunga fase di lateralità che ha caratterizzato le quotazioni del cross dal 10 gennaio in poi. Da allora il cambio si è sempre mantenuto tra i supporti statici di area 1,21555 e le resistenze menzionate in precedenza. In analisi tecnica una fase simile di lateralità è nota anche con il nome di rettangolo. Un’ulteriore indicazione positiva, a conferma dell’affidabilità del segnale long generato venerdì, è data dal fatto che i prezzi hanno incrociato dal basso verso l’alto le resistenze dinamiche espresse sul daily chart dalla media mobile a 55 periodi. Considerando gli elementi tecnici menzionati, un apprezzamento dell’euro nei confronti del dollaro australiano non è da escludere, con il cambio a quel punto proiettato verso i vecchi supporti statici posti in area 1,2930. Tale livello ha dimostrato la sua strategicità in più di un’occasione a partire da fine dicembre 2010 fino al successivo cedimento, avvenuto il 22 dicembre scorso. Alla luce degli elementi emersi dall’analisi, eventuali acquisti a 1,25 euro hanno stop sotto 1,2420. Un primo target è individuabile in area 1,2610. Successivamente il secondo target è posto a 1,2780 euro, area dove transita attualmente la media mobile di lungo periodo, mentre l’obiettivo finale è individuato a 1,2930 euro.