1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Euforia e scommesse bullish al record. Esplode la febbre HSBC, i grafici del fenomeno di Borsa

Il ratio tra le oustanding call rispetto a quelle put si aggira tra l’altro al massimo dal 2002. Tutti i grafici che spiegano quello che sta diventando un vero e …

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le quotazioni del colosso bancario HSBC sono diventate quest’anno un vero e proprio fenomeno di Borsa.

Tra investitori e trader è scoppiata infatti la febbre per le loro azioni, acquistate a man bassa per tutto il 2017. Il risultato è che il titolo ha guadagnato più del 20% dall’inizio dell’anno e che il rialzo potrebbe essere solo l’inizio.

Come fa notare infatti un articolo di Bloomberg, ora i trader stanno ricorrendo alle opzioni, scommettendo su ulteriori rally, al punto che i contratti bullish sono volati al record in più di due anni rispetto alle scommesse bearish. Il ratio tra le oustanding call rispetto a quelle put si aggira tra l’altro al massimo dal 2002.

La febbre è esplosa  a Hong Kong, e i grafici lo dimostrano. E’ vero che la prospettiva di rialzi dei tassi in tutto il mondo ha reso i titoli finanziari più appetibili, in generale.

Tuttavia, HSBC rimane un caso. Per esempio, nel caso di Hong Kong, il costo per fare hedging contro eventuali perdite dell’azionario è, di recente, salito: ma per HSBC è accaduto esattamente l’opposto.

Le opzioni bullish a tre mesi costano ora più di quelle ribassiste, con il gap che si è allargato al massimo dal maggio del 2015.

HSBC si conferma anche il titolo più scambiato a Hong Kong. Nell’arco degli ultimi 10 giorni di contrattazioni, i volumi sono volati al valore di $4,7 miliardi, più che triplo rispetto alla media degli ultimi cinque anni.

La sessione dello scorso 29 giugno, in particolare, è stata quella in cui i volumi hanno testato il record dalla Brexit, con gli scambi su HSBC che hanno inciso sul valore totale tradato sull’indice Hang Seng per il 24%.

I boom di buy hanno portato il titolo HSBC a essere scambiato a un valore pari a 1,1 volte quello degli asset di bilancio del colosso bancario, al record dal 2014. Stracciata la valutazione media dell’azione negli ultimi anni.

Riguardo alle valutazioni del titolo, c’è da dire che la performance ha sorpreso diversi analisti, che avevano previsto per l’azione un valore di 67,76 dollari di Hong Kong in 12 mesi, dunque un calo del 9,7% rispetto alla chiusura di martedì.

La differenza tra le stime del consensus e il prezzo reale del titolo non è stata mai così alta dal 2009.

Sicuramente, spiegano gli esperti, uno dei motivi per cui gli investitori stanno facendo incetta del titolo è il dividendo-prezzo di HSBC, pari al 5,3%. La stessa Citigroup ha scritto in una nota pubblicata lo scorso 11 luglio che HSBC potrebbe arrivare a generare entro la fine del 2019 capitale extra fino a ben $42 miliardi, fattore che potrebbe tradursi in un aumento dei dividendi o in operazioni di buyback azionario.

Il titolo HSBC. ha concluso Citigroup, à dunque appetibile per tutti quegli investitori che sono a caccia di rendimenti.