1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Risparmio ›› 

Etf, atteso un altro anno di forte crescita

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Exchange Traded Funds pronti a proseguire nel loro sentiero di forte crescita. Archiviato un 2009 in forte crescita, l’industria degli ETF promette di confermare anche quest’anno l’ottimo stato di salute con tassi di crescita ancora a doppia cifra. Le stime di BlackRock sono di una crescita tra il 20 e il 30% degli asset gestiti. Crescita che dovrebbe essere trainata dal sempre maggiore interesse che gli ETF riscuotono tra gli investitori retail e istituzionali, ma anche dall’arrivo di numerosi nuovi prodotti. Attualmente risultano ben 840 i nuovi ETF che in futuro potrebbero essere quotati. Inoltre una spinta al mercato degli ETF potrebbe arrivare anche dagli Hedge Funds, che stanno notando il crescente appeal di questi prodotti, la loro semplicità e facilità di accesso. Nell’ultimo decennio (2000-2009) la crescita media degli asset è stata globalmente del 56,3% annuo, con un +58,1% negli Stati Uniti, +53,1% in Canada e +90,5% in Europa. Vecchio continente che il prossimo 11 aprile festeggerà proprio i primi 10 anni dallo sbarco dei primi ETF, mentre negli Stati Uniti a gennaio 2010 è stata spenta la 17esima candelina dal lancio del primo “replicante” che aveva come sottostante l’indice S&P 500.
Bilancio contrastato per l’industria degli ETF nei primi 2 mesi del nuovo anno con l’Europa che conferma il sorpasso ai danni degli Stati Uniti come numero di prodotti quotati (901 ETF contro 807). La debolezza dei mercati finanziari a gennaio ha comportato un calo degli asset dell’ordine del 5% a 985 miliardi di dollari dopo che nell’ultimo mese del 2009 era stata varcata per la prima volta nella storia l’asticella del trilione di dollari. Industria degli ETF che ha risalito la china a febbraio con gli asset globali tornati sopra l’asticella del trilione di dollari, ma ancora in calo del 3,3% rispetto ai 1.035 mld di fine 2009. Calo lievemente superiore al -3% fatto segnare sempre nei primi 2 mesi del 2010 dall’indice MSCI World. Rispetto ai livelli di fine 2009 risulta aumentato del 7,3% il numero degli ETF con 143 nuovi ETF lanciati. L’ultima ETF Landscape di BlackRock rimarca come sia molto elevata la concentrazione a livello di prodotti. Dei complessivi 2.090 prodotti quotati in 40 mercati, i primi 100 ETF raccolgono da soli circa il 65% del totale degli asset under management. Alla fine di febbraio 2010 l’industria europea degli ETF vanta asset per 220,1 miliardi di dollari con 35 emittenti ed ETF quotati in 18 Borse. I flussi netti degli ETF europei hanno totalizzato 8,7 miliardi di dollari da inizio anno, dei quali i flussi netti verso gli ETF focalizzati sull’azionario Europa sono stati di 2,1 miliardi di dollari, seguiti dagli ETF sul reddito fisso con 1,2 miliardi di dollari e gli ETF sui mercati azionari emergenti con 1,4 miliardi di dollari di nuovi asset da inizio anno. Volgendo lo sguardo oltreoceano, l’industria statunitense degli ETF a fine febbraio presenta asset per 678,6 miliardi di dollari con un deflusso netto di 11,8 miliardi di dollari da inizio anno per gli ETF e ETP domiciliati negli Usa. Gli ETF sul reddito fisso hanno visto flussi positivi per 5,4 miliardi di dollari di nuovi asset, mentre gli azionari del Nord America hanno visto 14,5 miliardi di dollari di deflussi netti, e gli azionari mercati emergenti 2,6 miliardi di dollari di deflussi netti.