1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Esprinet schiva le vendite, business plan ha convinto gli analisti

QUOTAZIONI Esprinet
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

All’interno di un panorama borsistico intonato decisamente al ribasso, si distingue in positivo il titolo Esprinet tra i migliori performer di giornata del listino milanese con un progresso dello 0,67% a 15,77 euro dopo aver toccato un massimo intraday a 15,87 euro. Il titolo del principale distributore di prodotti IT in Italia ieri è salito di oltre 2 punti percentuale proseguendo il trend rialzista delle ultime sedute sulle attese per il piano triennale al 2009. Il nuovo business plan messo a punto da Alessandro Cattani, amministratore delegato del gruppo, promette ancora crescita nei prossimi anni con l’obiettivo a lungo termine di diventare la numero uno in Europa tra i distributori di prodotti tecnologici. La crescita dei ricavi è attesa nell’ordine dei 9 punti percentuale medio annui, l’utile netto è invece atteso tra 47 e 52 milioni nel 2007 con un Cagr del 20% nel triennio. Il piano ha convinto gli analisti nonostante la prudenza sul 2007 causa le difficoltà riscontrate in Spagna. Soprattutto i target per 2008 e 2009 hanno fatto breccia tra gli esperti di mercato. Andrea Bonfà, analista di Banca Aletti, ha sottolineato come i target 2007 sono lievemente sotto le sue attese, “difficoltà compensate però dall’andamento migliore delle attese in Italia, mentre già dal 2008 le stime tornano ad essere importanti”. L’analista di Banca Aletti (gruppo Bpvn) è molto positivo sul titolo con un prezzo obiettivo a quota 20 euro: “Un titolo del genere che tratta solo 13 volte l’utile 2008 rispetto a una media di settore di circa 15 volte può solo sovraperformare visti i suoi tassi di crescita”.