eSpeed, all'attacco fuori casa, in difesa negli Usa

Inviato da Redazione il Lun, 23/05/2005 - 08:34
Ha alcuni problemi da affrontare eSpeed negli Stati Uniti, nonostante la partecipazione nella gara per acquisire il mercato Mts ormai alle strette finali. La rivale di Borsa Italiana-Euronext ha visto, nel corso del primo tirmestre 2005, i propri utili crollare dell'87% a 1,3 milioni di dollari con un fatturato in calo da 44,6 a 38,9 milioni. Ma non sono solo finanziari i problemi che eSpeed ha negli Usa. Due sono infatti i fronti aperti sul versante giudiziario. Presso il tribunale di New York un gruppo di cittadini americani, che hanno acquistato azioni dal 12 agosto 2003 al primo luglio 2004, ha intentato una class action. L'accusa: eSpeed avrebbe fornito informazioni scorrette al mercato. recentemente inoltre la controllata del gruppo finanziario Cantor Fitzgerald ha perso la causa contro la concorrente Icap per 580 licenze di software trading sul reddito fisso utilizzate da eSpeed e ritirate dal tribunale del Delaware.
COMMENTA LA NOTIZIA