1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Esercitata la call per Mts, Borsa Italiana accelera verso l’Lse

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Se potevano esserci ancora dei dubbi circa la veridicità delle indiscrezioni diffusesi ieri secondo cui Borsa Italiana sarebbe in avanzate trattative per una partnership con il London Stock Exchange, questi sono destinati a esaurirsi. Una nota di Nyse Euronext ha infatti annunciato che Borsa Italiana ha esercitato l’opzione di acquisto di tutte le azioni di Mbe, la holding che controlla la piattaforma Mts di trading sui bond europei, il filo che legava la società di gestione del mercato milanese alla stessa Nyse-Euronext. Il capitale di Mbe è infatti detenuto per il 49% da Borsa Italiana e per il 51% dalla compagine franco-americana. La borsa di Milano avrà tempo fino al 4 luglio per esercitare l’opzione per il riacquisto della quota che non detiene, per un’operazione dal valore stimato di 70-100 milioni di euro.


 

Nyse-Euronext ha già fatto comunque sapere che le parti hanno tre mesi per giungere alla definizione di un adeguato valore per la transazione. Un’apertura alla cessione per molti versi insperata. Anche Nyse-Euronext avrebbe infatti potuto citare la clausola di cambio di proprietà per esercitare una call sul listino dei titoli di Stato o alternativamente era prevedibile l’apertura di una disputa legale.


 


Sembrerebbero dunque archiviate anche da parte del Nyse le speranze di giungere a un accordo di partnership con Milano. Sempre ieri infatti si erano diffuse indiscrezioni secondo cui, in risposta alle trattative con Londra, Nyse-Euronext avrebbe sottoposto all’a.d. di Borsa Italiana, Massimo Capuano, una nuova offerta di aggregazione.


 


Se l’operazione andrà in porto, le due Borse avranno una capitalizzazione complessiva pari a 3800 miliardi di euro. Per l’unione tra Borsa Italiana e Lse, si prevede un assetto federativo con un’integrazione societaria e non una fusione tra mercati. In sostanza all’interno di un’unica holding continueranno a esistere due diversi mercati con regole diverse e autorità di controllo diverse.

Commenti dei Lettori
News Correlate
CALCIO

Juventus: acquisizione definitiva del calciatore Juan Cuadrado

La Juventus, che ieri si è laureata Campione d’Italia per il sesto anno consecutivo, ha emesso una nota per annunciare che “a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali”, è scattato l’obbligo di acquisto a titolo definitivo da…

COLLOCAMENTO AZIONI

Emak: Yama avvia un collocamento sul 10% del capitale

Yama Spa, azionista di maggioranza di Emak con il 75,185% del capitale, ha avviato la cessione di massime 16,4 milioni di azioni, corrispondenti a circa il 10% del totale. Il collocamento verrà realizzato attraverso una procedura di accelerated book …

AIM

Safe Bag: titolo in asta di volatilità dopo massimo storico

Asta di volatilità per il titolo Safe Bag che, in rialzo del 15,77% a 3,46 euro, oggi ha fatto segnare un nuovo massimo storico a 3,466 euro.

La società, quotata sul listino AIM Italia, ha annunciato di aver vinto la gara presso l’aeroporto inte…

Euribor: tre mesi fissato a -0,329%

Il tasso Euribor a tre mesi è stato fissato questa mattina a -0,329%, in rialzo rispetto al fixing di venerdì 19 maggio che era pari a -0,331 per cento. …

Spread Btp-Bund a 173 punti base, rendimento al 2,12%

Lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si attesta a 173 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario è pari al 2,12%, mentre il tasso del Bund con pari scadenza viaggia in area 0,39 per cento.