Esercitata la call per Mts, Borsa Italiana accelera verso l'Lse

Inviato da Marco Barlassina il Gio, 21/06/2007 - 09:18

Se potevano esserci ancora dei dubbi circa la veridicità delle indiscrezioni diffusesi ieri secondo cui Borsa Italiana sarebbe in avanzate trattative per una partnership con il London Stock Exchange, questi sono destinati a esaurirsi. Una nota di Nyse Euronext ha infatti annunciato che Borsa Italiana ha esercitato l'opzione di acquisto di tutte le azioni di Mbe, la holding che controlla la piattaforma Mts di trading sui bond europei, il filo che legava la società di gestione del mercato milanese alla stessa Nyse-Euronext. Il capitale di Mbe è infatti detenuto per il 49% da Borsa Italiana e per il 51% dalla compagine franco-americana. La borsa di Milano avrà tempo fino al 4 luglio per esercitare l'opzione per il riacquisto della quota che non detiene, per un'operazione dal valore stimato di 70-100 milioni di euro.

 

Nyse-Euronext ha già fatto comunque sapere che le parti hanno tre mesi per giungere alla definizione di un adeguato valore per la transazione. Un'apertura alla cessione per molti versi insperata. Anche Nyse-Euronext avrebbe infatti potuto citare la clausola di cambio di proprietà per esercitare una call sul listino dei titoli di Stato o alternativamente era prevedibile l'apertura di una disputa legale.

 

Sembrerebbero dunque archiviate anche da parte del Nyse le speranze di giungere a un accordo di partnership con Milano. Sempre ieri infatti si erano diffuse indiscrezioni secondo cui, in risposta alle trattative con Londra, Nyse-Euronext avrebbe sottoposto all'a.d. di Borsa Italiana, Massimo Capuano, una nuova offerta di aggregazione.

 

Se l'operazione andrà in porto, le due Borse avranno una capitalizzazione complessiva pari a 3800 miliardi di euro. Per l'unione tra Borsa Italiana e Lse, si prevede un assetto federativo con un'integrazione societaria e non una fusione tra mercati. In sostanza all'interno di un'unica holding continueranno a esistere due diversi mercati con regole diverse e autorità di controllo diverse.

COMMENTA LA NOTIZIA