1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

ERRATA CORRIGE: Oro: il 30 novembre il referendum in Svizzera per ricostituire le riserve

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nella notizia pubblicata oggi alle ore 11.58 è stato commesso un errore temporale. Il referendum in Svizzera sull’oro si terrà il 30 novembre, che non è domani come erroneamente indicato nella notizia. Ci scusiamo con i lettori della svista.

Qui di seguito il testo corretto:

Fra circa un mese, esattamente il prossimo 30 novembre, si terrà in Svizzera un referendum sull’oro. I cittadini elvetici saranno chiamati a decidere sull’iniziativa “Salviamo il nostro oro” per ricostituire le riserve di metallo giallo detenute dalla Banca centrale svizzera (BNS). In particolare, la proposta è articolata in tre punti: l’oro dovrebbe coprire almeno il 20% degli asset della banca, questa quantità non potrà più essere venduta sul mercato e tutte le riserve auree svizzere dovranno essere custodite in territorio elvetico. Un’eventuale vittoria del sì, non così remota, potrebbe avere ripercussioni sul mercato dell’oro. Secondo alcune stime, infatti, la banca centrale svizzera sarebbe costretta ad acquistare circa 1.700 tonnellate di oro nel giro di alcuni anni con ricadute sul prezzo del metallo. Senza contare che una tale iniziativa potrebbe essere adottata anche da altri Paesi, facendo scattare un effetto a catena.