Ernst & Young: i leader dell'Eurozona non possono più rinviare i problemi -1-

Inviato da Daniela La Cava il Gio, 12/07/2012 - 11:14
Sebbene la formazione di un nuovo governo in Grecia abbia in qualche modo allontanato i timori di una rottura dell'Eurozona, lo stato di salute dell'economia europea è destinato a peggiorare nei prossimi sei mesi prima di giungere, nella migliore delle ipotesi, a una fase di debole ripresa durante il 2013. E' quanto emerge dall'ultimo Summer Eurozone Forecast (EEF) di Ernst & Young. "Le modalità di ripresa dipendono dalle iniziative che i leader politici e finanziari dell'Eurozona prenderanno nelle prossime settimane, volte a scongiurare il rischio che il grande disegno europeo possa bloccarsi o addirittura fare notevoli passi indietro - commenta Donato Iacovone, mediterranean managing partner di Ernst & Young - Flessibilità e forte senso di leadership sono necessarie per evitare un approccio che si limiti a rinviare semplicemente i problemi. Il difficile equilibrio tra crescita e austerity deve essere ricercato senza che una delle due opzioni escluda l'altra".
COMMENTA LA NOTIZIA