1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Ericsson annuncia 315 tagli, pesa perdita commessa rete Wind Tre, colpita soprattutto sede di Roma

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ericsson rende noto di aver avviato, a partire dallo scorso 14 marzo, una procedura per licenziare 315 dipendenti: 238 impiegati, 12 dirigenti e 65 quadri. Il colosso svedese precisa che non è possibile ricorrere a soluzioni meno dolorose, come i contratti di solidarietà e/o la cassa integrazione. Tra i motivi, la perdita della commessa da parte di Ericsson per la gestione della rete mobile congiunta di Wind e 3 Italia, che è stata aggiudicata invece dai cinesi di Zte Corporation. La perdita di tale contratto sarebbe responsabile di 200 licenziamenti circa.

La maggior parte dei tagli colpirà la sede di Roma, che assisterà al licenziamento di 109 impiegati, 44 quadri e cinque dirigenti. Tagli anche a Genova (45 impiegati, 13 quadri e 3 dirigenti) e Moncalieri (47 impiegati e un quadro).

In una nota Ericsson spiega che “la contrazione del mercato in Italia, la maggiore competitività sui costi, il trend di riduzione degli investimenti, rendono necessario il proseguimento delle azioni di efficientamento e di trasformazione finalizzato a mantenere la posizione di leadership dell’azienda in Italia”.

Ancora: “non risultano applicabili ammortizzatori sociali alternativi perchè le ragioni che determinano l’eccedenza di personale non derivano da fenomeni congiunturali, ma strutturali e per questo motivo non possono trovare applicazione, nella fattispecie, gli ammortizzatori sociali classici, quali la cassa integrazione guadagni”.