1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Erg ci crede ancora nella gara Tamoil

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Per Erg la gara Tamoil è sempre più difficile. Il gruppo petrolifero genovese è stato infatti escluso dall’asta per l’acquisto di Oilivest, la holding del governo libico che possiede le raffinerie e la rete di distribuzione dei carburanti a marchio Tamoil. Erg avrebbe messo sul piatto 2 miliardi di euro, un’offerta più bassa rispetto a quelle presentate dai due concorrenti scelti per il testa a testa finale, cioè il tandem di private equity Carlyle-Cvc e un fondo di derivazione saudita. Ma per la famiglia Garrone rimane ancora una speranza. Secondo fonti vicine all’operazione, il governo libico, assistito nel processo di vendita dall’advisor Bnp Paribas, avrebbe invitato i due concorrenti finali a presentare un rilancio. Segno chiaro che a Tripoli anche le offerte degli altri investitori finanziarie non sono piaciute. Dunque, se i rilanci non arriveranno la vendita rischia di essere bloccata. Si profila un’altra ipotesi, quella di procedere con uno “spezzatino” della holding libica per poi vendere i vari asset separatamente. E a quel punto Erg tornerebbe in partita.