1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Equity: Mandruzzato (Bsi), Londra continua a sottoperformare ma recupero è dietro l’angolo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’azionario d’Oltremanica ha continuato anche nella prima metà del 2007 a sottoperformare rispetto agli altri principali mercati finanziari. Il Ftse100 è salito solo del 5,7% circa, performance ben inferiore al 9,8% guadagnato dall’EuroStoxx ed al 7,3% messo a segno dal S&P500. A fare il punto sull’equity britannico sono stati oggi gli esperti di Bsi che si sono spinti indietro nel tempo ravvisando come un investimento sulla borsa inglese da fine 1998 avrebbe reso decisamente meno che un investimento sulla borsa dell’area euro o degli Stati Uniti. “La forbice si è riaperta sensibilmente a partire dal 2003 mentre si era chiusa negli anni di calo delle borse. Ciò suggerisce che il mercato britannico sia meno ciclico e più difensivo rispetto alle altre maggiori borse internazionali”, fa presente Gianluigi Mandruzzato di Bsi. “Ciò – prosegue Mandruzzato – è in effetti riflesso fedelmente dal maggiore peso del settore farmaceutico (6,4%) rispetto soprattutto all’Eurostoxx (2.8%). Più di recente, inoltre, si sono aggiunti problemi specifici ad alcuni pesi massimi dell’indice UK, quali Hsbce Bp coinvolte, rispettivamente, nei problemi del subprime lending americano e nelle concessioni per lo sfruttamento di giacimenti in Russia”.