1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Equity europeo, Ubs taglia le stime di crescita degli utili

QUOTAZIONI Unicredit
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Gli economisti di Ubs hanno tagliato le stime di crescita per il 2008 del Pil statunitense, sceso al 2%, di Eurolandia, sceso all’1,6% e del Regno Unito, sceso all’1,8%. Di tutta risposta, gli analisti della casa d’affari elvetica che seguono l’equity europeo hanno ritoccato verso il basso le proprie stime di utili per azione (Eps), la cui crescita è stata rivista dal 10% all’8% nel 2007 e dal 5-7% al 5% nel 2008. “Queste previsioni – mettono comunque in evidenza gli analisti di Ubs – sono ora conservative, assumendo che il quadro macroeconomico non peggiori ulteriormente”. Le revisioni a catena hanno portato anche a una bella sforbiciata del target a 12 mesi individuato per l’Eurofirst 300, che cala a 1.650 dai precedenti 1.800 punti. “Ciò implica – spiegano dalla casa d’affari – un upside per le azioni europee nell’ordine dell’11% da adesso”. A livello di settori invece gli esperti di equity di Ubs fanno sapere che in generale preferiscono evitare i titoli ciclici, che appaiono cari, a favore di finanziari selezionati, come le banche retail dell’Europa continentale con una esposizione verso il mercato emergente, come National Bank of Greece, Postbank, Standard Chartered e Unicredit. Ben visti anche i titoli del settore energetico, British Petroleum e Total, e alcuni difensivi giudicati attraenti, come Kpn e TeliaSonera.