1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Equity Europa: Worthington punta su Wienerberger, Sidenor e Continental

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Come mette in evidenza Giles Worthington, head of European equities di M&G, in Europa negli ultimi mesi si è verificato un rallentamento della crescita economica, sia per la crisi dei mutui subprime, sia per le preoccupazioni sugli effetti che questo insieme di fattori potrebbe avere sul quadro economico in generale e sugli utili delle società europee. Sebbene con uno scenario economico meno favorevole, nel 2008 sarà più difficile identificare opportunità di crescita, secondo Worthington “ci sono ancora numerose opportunità d’investimento tra società in grado di migliorare i propri utili indipendentemente dal contesto economico”. Molte società europee infatti stanno migliorando gli utili grazie alla ristrutturazione e al cambiamento del proprio business mix. Questo avviene maggiormente in Germania, dove una più efficiente distribuzione dei capitali e il focus sulla creazione di valore per gli azionisti stanno diventando la norma. Un aiuto ad accrescere gli utili per molte società europee arriva anche da fattori esterni quali la crescita dei paesi in via di sviluppo, ad esempio nell’Europa orientale. “Ritengo che questi temi – afferma Worthington – continueranno a giocare un ruolo importante per il resto del decennio, in quanto le economie europee hanno tassi di crescita molto più elevati e costi di manodopera notevolmente più bassi dei loro vicini dell’Europa occidentale. I paesi dell’Eurozona ne potranno beneficiare per ridurre i propri costi di produzione. Di conseguenza, le società ben gestite, che stanno beneficiando dei bassi costi di manodopera o della forte domanda di beni nei paesi emergenti, meritano uno sguardo più attento”. Qualche esempio? “La società austriaca di costruzione Wienerberger, il produttore greco di acciaio Sidenor e la multinazionale tedesca di pneumatici Continental”, tutti gruppi che “stanno traendo benefici notevoli dalla crescita dei paesi emergenti dell’est Europa, dove il notevole sviluppo di immobili e infrastrutture sta creando una considerevole domanda di prodotti per la costruzione e il trasporto”.