1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Enìa: utile netto sale a 36 mln (+2,7%) nel 2009, cedola di 0,357 euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ricavi in calo e utile in aumento per Enìa nel 2009. La multiutility ha archiviato il 2009 con ricavi consolidati pari a 999,7 milioni di euro, in decisa diminuzione rispetto al 2008 “principalmente per effetto della riorganizzazione delle attività di Gruppo che, nel corso dell’anno, ha trasferito dalla controllata Enìa Energia alla collegata Sinergie Italiane le attività di trading (con fatturato pari a circa 310 milioni di euro)”, rimarca la nota di Enìa. In assenza di tale impatto i ricavi sarebbero risultati sostanzialmente in linea con i 1.377 milioni di euro del 2008. L’ebitda risulta in aumento del 5,1 %, passando da 175,3 milioni di euro del 2008 a 184,3 milioni di euro nel 2009. La crescita è riconducibile prevalentemente alle performance dei settori idrico e teleriscaldamento e alle sinergie operative conseguite in corso d’anno. L’ebit di periodo presenta un incremento dello 0,7%, passando dagli 81,6 milioni di euro del 2008 agli 82,2 milioni di euro del 2009, con una incidenza sui ricavi consolidati pari all’8,2%. Il risultato netto del gruppo è pari a 36 milioni di euro (+2,7%). L’indebitamento finanziario netto del gruppo a fine 2009 è pari a 636,7 milioni (548,1 milioni al 31/12/2008) a fronte dell’incremento degli investimenti di sviluppo. Il Consiglio di Amministrazione proporrà all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo lordo per l’anno 2009 pari a 0,357 euro per azione, per un monte complessivo di circa 37,8 milioni di euro, in linea con il 2008. Il dividendo verrà posto in pagamento il 10 giugno 2010.