Eni vede produzione di idrocarburi in crescita nel 2009

Inviato da Redazione il Ven, 13/02/2009 - 08:30
Quotazione: ENI
Il management Eni prevede che le condizioni di volatilità dei mercati e di recessione economica si protrarranno nel 2009. Lo scenario Eni assume un prezzo del Brent su base annua di 43 dollari/barile, crescita zero della domanda europea di gas e margini di raffinazione in flessione. In tale contesto, il management ritiene che produzione di idrocarburi sia in crescita nel 2009 rispetto al 2008 (1,797 milioni di boe/giorno nel 2008) per effetto della crescita organica attesa in Nigeria, Angola, Congo e Golfo del Messico a fronte del declino delle produzioni mature; così come i volumi venduti di gas nel mondo per effetto del pieno contributo dell'acquisizione di Distrigaz e delle azioni commerciali a sostegno della quota di mercato nelle principali aree di consumo nel resto d'Europa. Le vendite in Italia sono previste in flessione per effetto della pressione competitiva e del calo dei consumi a fronte della recessione economica. Aumenteranno anche le lavorazioni in conto proprio per effetto della migliore performance programmata delle raffinerie di Taranto e Gela. Le vendite di prodotti petroliferi rete in Italia e nel resto d'Europa sono visti in flessione rispetto al 2008 (12,67 milioni di tonnellate nel 2008) per effetto dell'impatto della cessione delle attività rete nella Penisola Iberica e delle previsioni di calo della domanda di carburanti nei principali mercati europei.
COMMENTA LA NOTIZIA