Eni: per il Tesoro un "anticipo" da 700 milioni

Inviato da Laura Vezzoli il Lun, 31/07/2006 - 08:35
Quotazione: ENI
Nessun problema di utili per l'Eni. Nel primo semestre di quest'anno la gestione del gruppo guidato da Paolo Scaroni, grazie alla scoperta di nuovi giacimenti e al boom nella produzione di petrolio, ha generato un risultato netto di 5,28 miliardi in crescita del 21,5% rispetto allo scorso anno. Scaroni ha dunque deciso di anticipare la comunicazione dell'acconto sul dividendo, che sarà proposto al cda a settembre. La cedola, anch'essa in crescita (33%), sarà pari a 60 centesimi per azione. E' una buona notizia per tutti gli azionisti ed in particolar modo per il Tesoro, che incasserà un assegno di quasi mezzo miliardo, oltre ai 240 milioni che finiranno alla Cassa Depositi e Prestiti, controllata sempre dal Tesoro. Quanto all'intero dividendo 2006, nulla è trapelato. "Ne parleremo nel 2007" ha detto Scaroni.
COMMENTA LA NOTIZIA