1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Eni: solide partnership con Paesi arabi, il ruolo dei fondi sovrani continua a crescere

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il ruolo strategico dei fondi sovrani dei Paesi arabi aumenta di anno in anno, con investimenti che arrivano sempre più al cuore del mercato finanziario globale. Un ruolo evidente e che è stato ricordato due giorni fa al Turin Islamic Economic Forum da Dario Speranza, degli Affari istituzionali analisi e scenari politico istituzionali di Eni. “Eni ha una lunga storia nella costruzione di partnership come partner paritetici, in base al principio che le risorse naturali appartengono al popolo del Paese ospitante e che contribuire allo sviluppo locale è un elemento essenziale di una strategia di successo”, spiega Dario Speranza.

Da ricordare che oggi circa la metà della produzione di petrolio e gas di Eni deriva dalla presenza operativa in Paesi a maggioranza islamica. Il colosso petrolifero ha siglato partnership solide dall’Algeria all’Indonesia, dal Pakistan all’Iraq. “Il focus del gruppo sul contenuto locale è molto intenso, con una media del 70% del personale assunto in loco“, ricorda Speranza.

Un esempio citato da Speranza durante il suo intervento al Turin Islamic Economic Forum è quello dell’Indonesia, il Paese musulmano più popoloso al mondo e in cui Eni opera dal 1968. “Eni impiega una quota molto importante di cittadini indonesiani in attività di Exploration & Production, Costruzioni e Perforazioni, molti dei quali qualificati a livello internazionale e possesso di posizioni chiave”, spiega Dario Speranza.