Eni: prima importante scoperta a olio nell’offshore del Ghana

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Eni ha effettuato la prima scoperta a olio nel blocco Offshore Cape Three Points (Octp), situato nel Tano Basin, nell’offshore del Ghana, circa 50 chilometri al largo della costa. La scoperta, si legge in una nota diramata dal gruppo petrolifero, è rilevante poiché caratterizzata da potenzialità di sviluppo commerciale e conferma l’importanza del blocco anche in termini di presenza di olio, oltre che di gas naturale e di condensati. La società di San Donato Milanese ha in programma l’immediata perforazione di altri pozzi per delineare la dimensione della scoperta e confermarne la possibilità di sviluppo commerciale. Eni, attraverso la sua filiale Eni Ghana Exploration and Production Limited, è l’operatore del blocco Octp con una quota del 47.222%. Gli altri partner sono Vitol Upstream Ghana Limited, con una quota del 37.778%, e la compagnia di stato Gnpc, con una quota del 15%. Quest’ultima ha un’opzione per una quota addizionale del 5%. Il Cane a sei zampe è presente in Ghana dal 2009 e, attualmente, opera i due blocchi esplorativi offshore di Octp e Keta.