Eni: piano strategico 2014-2017, rinegoziazione tutti contratti approvvigionamento gas entro 2016

Inviato da Marco Berton il Gio, 13/02/2014 - 15:10
Quotazione: ENI
I consumi di gas in Europa sono ancora molto al di sotto dei livelli pre-crisi ed Eni non si aspetta un miglioramento sostanziale nell'arco del piano. Queste le attese del gruppo petrolifero rese note in occasione della presentazione del piano strategico 2014-2017 a Londra. La Divisione sta perseguendo un piano di risanamento basato su 3 pilastri: Eni rinegozierà tutti i contratti di approvvigionamento gas entro il 2016, si focalizzerà sui segmenti ad alto valore e ridurrà i costi fissi e di logistica, con un risparmio di oltre 300 milioni di euro entro il 2017. Il Cane a sei zampe prevede il raggiungimento di un Ebit positivo nel settore Gas&Power entro il 2015.

Eni inoltre farà fronte all'eccesso di capacità di raffinazione nel bacino del Mediterraneo. La società ridurrà ulteriormente la raffinazione in Italia, aumentando il tasso di utilizzo degli impianti all'80% entro il 2017. Nel frattempo Eni continuerà a sostenere i margini attraverso la razionalizzazione della logistica, la riduzione dei costi fissi e le sinergie con il trading per cogliere i benefici dei differenziali di prezzo tra differenti qualità di greggio.
COMMENTA LA NOTIZIA
Superspazzola scrive...
absbeginner scrive...
aspigasca scrive...