Eni: Petrobras vuole il 33,4% di Galp, una quota che vale 4 miliardi di euro

Inviato da Alberto Bolis il Gio, 30/12/2010 - 09:37
Quotazione: ENI
Quotazione: GALP ENERGIA

Eni pronta ad uscire dall'azionariato di Galp Energia, la compagnia petrolifera portoghese. La notizia è stata rilanciata da diversi quotidiani lusitani e dal quartier generale di San Donato Milanese non è arrivata nessuna smentita. Il punto fermo di questa vicenda è rappresentato dalla fine del 2010, quando scadrà il patto di sindacato che vincola i soci di Galp a mantenere i propri pacchetti azionari. Ma gli organi di stampa di Lisbona hanno già fatto scattare le indiscrezioni e, al centro, ci sarebbe proprio il colosso oil italiano.

Il gruppo guidato da Paolo Scaroni starebbe infatti pensando di cedere il suo 33,4% detenuto in Galp alla brasiliana Petrobras. E proprio Scaroni non aveva fatto mistero di voler cedere la partecipazione: "quando scadrà il patto valuteremo tutte le possibilità che ci potranno essere", aveva dichiarato il top manager.
 
Ai prezzi attuali di mercato, il valore della partecipazione in Galp del Cane a sei zampe potrebbe aggirarsi intorno ai 4 miliardi di euro. Ma, secondo indiscrezioni riportate questa mattina dal Diario Economico, Eni avrebbe chiesto 4,7 miliardi di euro per il 33,4% detenuto nella società lusitana. A Piazza Affari il titolo del gruppo di San Donato cede lo 0,36% a 16,52 euro.

COMMENTA LA NOTIZIA