1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Eni paga caro in Piazza Affari il calo del prezzo del greggio

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta in forte ribasso per Eni in Piazza Affari. Il titolo del Cane a sei zampe accusa una flessione di oltre quattro punti percentuali (-4,05%), scambiando a quota 15,69 euro. A pesare sulla performance dell’azione è il calo delle quotazioni del greggio. Il petrolio è scivolato a 65 dollari. E gli occhi degli operatori sono puntati oggi sul vertice straordinario dell’Opec che si svolgerà oggi a Vienna e dovrà decidere come poter fermare la discesa dei prezzi del petrolio per difendere gli introiti dei Paesi produttori. I ricavi del cartello si sono più che dimezzati, riducendosi del 55% in poco meno di un anno. Già ieri i produttori di greggio si sono incontrati per discutere delle possibili ipotesi. Iran e Libia sarebbero favorevoli a ridurre la produzione di due milioni di barili, ma Arabia Saudita e Kuwait temono che un simile taglio possa peggiorare la situazione di crisi. La terza ipotesi che ha preso strada ieri è quella di un taglio progressivo delle forniture di greggio. Ad avanzarla è stato l’algerino Chakib Khelil, attuale presidente di turno del cartello.