1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Eni: nuova scoperta a olio nell’offshore dell’Angola

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Eni ha effettuato una nuova scoperta a olio nel blocco 15/06, nel prospetto esplorativo Ochigufu, situato nelle acque profonde dell’Angola. Lo si apprende in una nota in cui il Cane a sei zampe spiega che Ochigufu è la decima scoperta a olio di natura commerciale effettuata nel Blocco 15/06. La nuova scoperta contiene circa 300 milioni di barili di petrolio in posto. I dati acquisiti nel pozzo indicano una capacità produttiva di oltre 5.000 barili di olio al giorno.

“Questa importante scoperta, producibile in tempi record, aggiunge ulteriore valore al blocco 15/06”, commenta Claudio Descalzi, amministratore delegato di Eni. “Analogamente alle recenti scoperte in Congo e Gabon, dimostra i risultati che si possono raggiungere applicando nuove tecnologie all’esplorazione e conferma la scelta di rifocalizzare l’azienda sulle competenze caratteristiche dell’oil and gas”.

L’azienda petrolifera fa sapere che sono stati avviati gli studi per valutare le modalità di connessione della nuova scoperta alla Fpso di Ngoma, già in posizione nel West Hub e progettata per gestire 100.000 barili giorno di olio di produzione.

Eni, ricorda la nota, è operatore del blocco 15/06 con la quota del 35%. Gli altri partners della joint venture nel blocco sono Sonangol P&P (30%), SSI Fifteen Limited (25%), Falcon Oil Holding Angola SA (5%) e Statoil Angola Block 15/06 (5%). L’ Angola è un paese chiave nella strategia di crescita organica di Eni che, presente nel paese dal 1980, ha raggiunto nel 2013 una produzione equity di circa 90.000 barili di olio equivalente al giorno.

Nel Blocco 15/06 sono già stati approvati due progetti di sviluppo a olio, il West Hub e l’East Hub. L’avvio della produzione del primo progetto, il West Hub, tramite la Fpso di Ngoma, è attesa per fine 2014. In Angola Eni è anche operatore del Blocco 35, situato nelle acque profonde del Bacino del Kwanza.