Eni non fa scintille, ma per gli analisti resta un must per il portafoglio

Inviato da Micaela Osella il Lun, 31/07/2006 - 11:12
Quotazione: ENI
Seduta senza scintille per Eni a Piazza Affari. Il titolo del colosso petrolifero italiano accusa un ribasso dello 0,25%, scambiando a quota 23,95 euro. "C'è debolezza generalizzata sui titoli oil", commentano dalle sale operative, facendo notare che il prezzo del brent si mantiene però sopra i 73 dollari al barile. Ad ogni modo il sentiment su Eni resta di tutto rispetto. Sull'azione del Cane a sei zampe si sono espressi oggi gli analisti di Ubm e di Ubs. Entrambi consigliano ai loro clienti l'acquisto del titolo. Secondo gli esperti di Ubm anche se i risultati del secondo trimestre del gruppo sono stati in linea alle attese, l'annuncio di un dividendo più alto delle previsioni è nel breve termine un reale catalizzatore. Mentre Iain Reid, l'esperto della casa d'affari svizzera, che conferma il rating buy fino a 27 euro, giustifica la view positiva sul probabile compromesso con il regolatore che dovrebbe far aumentare la profittabilità nel settore gas e con l'accordo con Gazprom per le prospettive di crescita nella produzione.
COMMENTA LA NOTIZIA