1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

L’Eni mette le mani su maxi giacimento in Congo, operazione da 1,43 mld $

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Torna la voglia di shopping in casa Eni. Alla vigilia della presentazione dei risultati preconsuntivi 2006 e del piano strategico 2007-10, il gruppo del Cane a sei zampe ha acquisito la maggior parte delle attività operative svolte in Congo da Maurel & Prom, società francese attiva nell’upstream e quotata alla Borsa di Parigi, con attività in Africa, Europa e Sud America. Un’operazione da 1,434 miliardi di dollari e comprende anche un asset esplorativo del valore totale di 80 milioni di dollari. La produzione del giacimento M’Boundi è stimata in circa 17.000 barili di olio al giorno nel 2007, per poi raggiungere circa 28.000 barili di olio al giorno nel 2010, con un tasso di crescita annuale del 18% nel triennio 2007-2010 grazie al programma di ri-iniezione di acqua in giacimento. Questo giacimento gigante ha riserve pari a 1,4 miliardi di barili di olio equivalente (boe). Con questa acquisizione, la produzione di Eni in Congo passerà dai 67.000 barili al giorno del 2006 a circa 100.000 nel 2010 e le riserve equity Eni (provate e probabili) aumenteranno di circa 126 milioni di boe (10,7 dollari al barile). L’ultima grande acquisizione dell’Eni risaliva a sei anni fa con la conquista dell’inglese Lasmo.