1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Eni in luce su voci speculative, giu’ la galassia Olimpia

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sul paniere delle 40 blue chip milanesi, Eni ha viaggiato in controtendenza rispetto al mercato e alla fine ha esibito un guadagno dello 0,91% a 23,39 euro. Secondo voci di mercato Total potrebbe lanciare un’Opa sui titoli del Cane a sei zampe. In terreno positivo anche la controllata di Eni attiva nel settore dei servizi petroliferi, Saipem. Bene poi Aem, Capitalia, Unicredit e SanPaolo Imi. Per il resto il rosso ha prevalso nettamente sull’S&P/Mib. Fortemente penalizzato il settore assicurativo, con Fondiaria-Sai in netta flessione (-4,64%), mentre Generali (-0,54%), pur chiudendo in calo, è riuscita ad arginare le perdite. Sul gruppo del Leone triestino si sentono ancora gli effetti benefici del nuovo piano industriale presentato lunedì. A riguardo, in giornata gli analisti di Merrill Lynch hanno fatto sapere di avere alzato il fair value a 33,7 euro, confermando però la raccomandazione “neutral”. Perdite inferiori ai due punti percentuali anche per le blue chip della galassia Olimpia, Telecom Italia e Pirelli, nell’importante giorno del piano industriale triennale del gruppo della telefonia fissa e dell’investor day. Telecom Italia prevede per il 2006 una crescita dei ricavi tra il 3% e il 4%, un Ebitda margin stabile, sul livello di quello registrato nel 2005 e infine un Ebit margin sostanzialmente stabile, sul livello di quello registrato nel 2005. Per quanto riguarda gli obiettivi legati ai principali indicatori economici per il triennio 2006-2008, Telecom stima una crescita dei ricavi tra il 3% e il 4%, un Ebitda margin stabile, sul livello di quello registrato nel 2005 e un Ebit margin stabile, sul livello di quello registrato nel 2005. Sul Midex calo di oltre il 2% anche per un’altra società della galassia Olimpia, Telecom Italia Media, che ha reso noto che nel triennio 2006-08 vede una crescita media annua dei ricavi pari al 25% sfruttando soprattuto la crescita attesa con lo sviluppo delle nuove piattaforme (digitale terrestre, Dvbh, IPTV ecc.).