1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Eni-Gazprom: intesa per supergasdotto sotto il Mar Nero

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Un supergasdotto da almeno di 30 miliardi di metri cubi l’anno che porterà in Europa nuovo gas russo attraverso il Nar Nero e la Bulgaria. E’ questo l’intento di Eni e Gazprom che hanno firmato sabato, alla presenza del ministro dell’Industria ed Energia della Federazione Russa Viktor Khristenko e del ministro dello Sviluppo Economico Pierluigi Bersani, un memorandum d’intesa per la realizzazione del South Stream, un sistema di nuovi gasdotti che collegheranno la Russia all’Unione Europea attraverso il Mar Nero. Il South Stream rappresenta un ulteriore passo nell’implementazione dell’accordo strategico firmato nel novembre 2006 tra Eni e Gazprom. La capacità di trasporto del South Stream sarà definita nell’ambito degli studi di fattibilità per ottimizzare i costi, tenendo conto di analisi di mercato che saranno effettuate nei paesi di transito e nei mercati di arrivo. Il gasdotto potrebbe entrare in funzione tra 4 anni. Il South Stream nel tratto offshore prevede l’attraversamento del Mar Nero dalla costa russa di Beregovaya (stesso punto di partenza del Blue Stream) a quella bulgara, con un percorso complessivo di circa 900 km e profondità massime di oltre 2000 metri. Per il tratto onshore, dalla Bulgaria sono allo studio due diversi percorsi, uno verso Nord Ovest e l’altro verso Sud Ovest.