1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Eni-Galp, arriva lo strappo di Lisbona

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il Portogallo diventa ostile all’Eni. Che deve incassare una prima sconfitta nella partita per il controllo di Galp Energia, società pubblica portoghese che opera nei settori del petrolio, di cui il gruppo petrolifero italiano detiene una quota del 33,34%. La notizia di ieri è arrivata come una doccia gelata ai piani alti del grattacielo di piazzale Mattei: il gruppo energetico portoghese Energias de Portugal ha annunciato la vendita del suo 14,268% di Galp Energia, la società petrolifera di Lisbona controllata al 33,34% dall’italiana Eni, per 720,5 milioni di euro all’imprenditore portoghese Americo Amorim. Questo significa per il gruppo guidato da Paolo Scaroni un improvviso e imprevisto sbarramento alle ambizioni e ai programmi annunciati non più tardi di una settimana fa. Non solo. La cessione al gruppo controllato da Americo Amorim, uomo d’affari al secondo posto tra i più ricchi del Portogallo, è arrivata a poche ore dopo le dichiarazioni dell’Eni, sul suo interesse a partecipare a un’asta per la quota di Edp.