Eni, Euromobiliare conferma giudizio buy dopo accordo su Kashagan

Inviato da Daniela La Cava il Lun, 14/01/2008 - 12:00
L'accordo tra Eni e il governo kazako su Kashagan è stato raggiunto, adesso manca solo una firma per dichiararlo ufficialmente concluso. In attesa, che si consumi l'ultimo atto di questo lungo negoziato gli analisti di Euromobiliare hanno confermato la raccomandazione "buy" (comprare) sul titolo del gruppo guidato da Paolo Scaroni con un prezzo obiettivo a 27,8 euro per azione. In dettaglio, l'accordo prevede l'aumento della quota dell`operatore locale Kmg al 16,8% sui livelli degli altri partner principali pagando 1,78 miliardi di dollari (rispetto ai valori di mercato si tratta di uno sconto stimabile in circa 2,4 miliardi che significa un impatto negativo per Eni di 500 milioni). Ma non solo. Il negoziato presume una penale compresa tra 2,5 e 5 miliardi di dollari in funzione del prezzo del petrolio e che oggi sarebbe intorno a quattro miliardi. Il gruppo italiano sarà poi operatore unico per la prima fase di sviluppo e co-operatorship con gli altri principali partner per lo sviluppo della fase 2 e 3. "Si conclude così - spiega Euromobiliare - un negoziato molto duro e incerto che ha pesato sul titolo nel 2007 con performance in flessione del 6/7% rispetto ai principali peers europei.
COMMENTA LA NOTIZIA