Eni, l'engulfing bearish strizza l'occhio allo short

Inviato da Riccardo Designori il Lun, 21/01/2013 - 15:00
Quotazione: ENI
Eni, l'engulfing bearish strizza l'occhio allo short
Inizio d'ottava senza direzionalità per Eni, con il titolo del Cane a sei zampe che al momento flette dello 0,1%. L'ultima seduta di contrattazione della scorsa settimana ha portato a un deterioramento di breve del quadro tecnico della Big comany italiana, con il titolo che ora sembra prossimo a una pausa di riflessione dopo il balzo messo a segno nelle ultime settimane. Dai minimi dello scorso 10 dicembre ai top intraday del 18 gennaio l'azione si è rivalutata di oltre 12 punti percentuali. Le indicazioni ribassiste fanno riferimento specifico alla violazione, avvenuta quest'oggi già nei primi scambi di negoziazione, dei supporti dinamici espressi dalla trendline ascendente tracciata con i minimi crescenti del 10 e 28 dicembre. L'indicazione contribuisce così a dare seguito ad un altro segnale di vendita generato proprio venerdì scorso. La candela lasciata in eredità dall'ultima seduta della passata ottava ha infatti permesso il completamento di un pattern di matrice ribassista nell'analisi tecnica: si tratta dell'engulfing bearish costruito con le candele del 17 e 18 gennaio. L'insieme di queste indicazioni potrebbe così favorire l'inizio di una classica fase di ritracciamento, con il titolo che potrebbe cogliere l'occasione per portare a termine il tipico pull back delle vecchie resistenze statiche di area 18,70 euro violate al rialzo nel corso della prima giornata di scambi del 2013. Il livello menzionato, ora diventato di soglia di supporto statico, aveva ostacolato le velleità rialziste di Eni negli ultimi anni. Salvo qualche rara, frazionale e momentanea violazione, solo di qualche tick e mai senza un forte direzionalità come quella avuta in questo inizio d'anno, era infatti dal settembre ottobre 2008 che il titolo del Cane a sei zampe non negoziava con una certa continuità sopra tale soglia. Partendo da questi presupposti, chi volesse valutare con favore la possibilità di implementare una strategia short di breve e di matrice speculativa su Eni potrebbe posizionarsi in vendita a 19,38 euro. Con stop che scatterebbe in caso di nuove progressioni oltre i 19,65 euro, il primo target si avrebbe a 18,84 euro mentre il secondo a 18,70 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA