Eni: Descalzi, in 4 anni plusvalenza da 7 mld da cessioni asset esplorativi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Con la cessione ad ExxonMobil del 25% dell’ Area 4 nell’offshore del Mozambico per 2,8 miliardi di dollari, Eni ha portato a quota 9 miliardi di dollari la cifra arrivata dalla cessione di asset esplorativi. “In un momento in cui tutti stanno vendendo asset produttivi, noi abbiamo venduto asset esplorativi: sono stati riconosciuti unicamente per il loro potenziale”, rimarca l’amministratore delegato dell’Eni, Claudio Descalzi, in un’intervista a La Stampa. “La plusvalenza sui 9 miliardi è stata di circa 7 miliardi – aggiunge Desclazi – . E’ positivo per Eni, scelta come partner di lungo termine, ed e’ positivo per l’Italia: abbiamo unito Stati che scelgono con cura i Paesi con cui fare affari”.