1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Eni: Descalzi apre a quotazione Versalis e spera in tempi brevi per dismissioni quote in Africa

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il futuro di Versalis potrebbe essere in Borsa. Dopo lo stop al processo di cessione del polo chimico che fa capo a Eni, il gruppo petrolifero è aperto a valutare strade alternative tra cui la quotazione. L’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, ha affermato che la quotazione non è da escludersi: “Quando abbiamo detto che la chimica non rientrava nella strategia di Eni, nè nel suo ciclo produttivo oil&gas, ci siamo impegnati per trasformarla e risanarla, mantenendo il piano di business e il personale anche per responsabilità verso il sistema Paese“, ha rimarcato Descalzi in un’intervista ad Affari&Finanza di Repubblica. In merito alla mancata cessione, Desclazi ha precisato come l’offerta di acquisto del fondo Sk è stata accantonata poiché non garantiva la tenuta del personale e pertanto Eni ha riconsolidato Versalis e ora intende “continuare il rilancio della chimica, per alimentare gli investimenti in ricerca e sviluppo volti a trasformare i lavorati in prodotti commerciali”.

Nelle scorse settimane l’ad di Versalis, Daniele Ferrari, ha preannunciato che il 2016 si chiuderà con risultati positivi e la realizzazione un flusso di cassa positivo per la prima volta da alcuni decenni. In queste settimane è atteso il completamento del nuovo piano industriale del polo chimico che occupa oltre 4.500 addetti ed ha un fatturato che si aggira intorno ai 5 miliardi di euro.

Eni vicina a finalizzazione cessione quote Mozambico ed Egitto
Descalzi ha parlato anche del processo di cessione quote giacimenti in Mozambico ed Egitto.”Sono due dossier complessi e molto vicini alla finalizzazione. Sarei contento di presentarli alla prossima Strategy di febbraio 2017 a Londra, e almeno uno di questi potrebbe in tal modo finire nei conti 2016 pro-forma”, ha rimarcato l’ad di Eni.