Eni, dall'Ue sì condizionato alla proprietà della rete

Inviato da Redazione il Lun, 09/06/2008 - 08:38
L'Unione Europea ha trovato un accordo sulla separazione delle reti di trasmissione dell'energia: gasdotti ed elettrodotti potranno rimanere di proprietà dei grandi gruppi (come Eni) a patto che vengano rispettate una serie di condizioni, come l'effettiva gestione delle strutture da parte di un operatore indipendente. Soddisfatto l'esponente italiano, il ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scaiola, mentre hanno manifestato disappunto esponenti di tre governi - tra cui quello tedesco - che hanno posto una riserva sulla clausola che vieta di acquistare le infrastrutture di altri paesi.
COMMENTA LA NOTIZIA