Eni, per il Credit Suisse il titolo dara’ ancora sane soddisfazioni

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Eni resta un asso nella manica da tenere ben stretto. La pensano così gli analisti del Credit Suisse First Boston in una nota uscita oggi e raccolta da Finanza.com. Dopo aver incontrato la società il broker ha confermato il rating outperform (titolo che farà meglio del mercato) sul gruppo petrolifero italiano, indicando un prezzo target a 22,50 euro. “Eni tratta a 7,2 volte l’EV/ Ebidax 2006 contro le 7,9 volte di Total e le 7,8 volte di BP. C’è ancora spazio per giustificare una sovraperformance alla luce del piccolo gap che si è creato con i competitor”, spiegano gli esperti. Ciliegina sulla torta: gli analisti del Csfb spaziando dalla crescita nell’upstream alla possibile cessione di asset sono dell’idea che “la forte capacità di generare cassa potrebbe permettere alla società di distribuire un dividendo pari a 1,35 euro”. Un valore leggermente superiore a quello di un euro su cui ultimamente il mercato è tornato a scommettere.