1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Eni, la correzione del petrolio toglie energia

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Come gran parte dei titoli azionari del Vecchio Continente, le vendite non risparmiano nemmeno Eni. La pesante contrazione delle quotazioni dell’oro nero, passato dai top a 87,54 dollari di ieri agli attuali 85,85 dollari, ha fatto sì che il quadro grafico del Cane a sei zampe subisse una brusca pausa di riflessione dopo le interessanti indicazioni long che erano giunte nel corso della scorsa ottava con la violazione al rialzo delle resistenze di 16,30 euro. Nella fattispecie la rottura al ribasso dei supporti di breve di 16,22/16,23 euro ha implicazioni negative per i titoli del gruppo. In particolar modo si segnala come oltre al cedimento dei low appena citati, le ultime sedute hanno visto le azioni Eni incrociare dall’alto verso il basso le medie mobili a14,55 e 200 sedute. Chi volesse sfruttare queste indicazioni per intraprendere una strategia short può dunque posizionare il proprio ordine in prossimità di 16,21 euro e puntare a chiudere l’operazione all’altezza dei supporti offerti dalla trendline di breve ottenuta con i minimi de 20 luglio e del 27 ottobre. Attualmente la trend in questione transita a 15,88 euro. Il target successivo è invece fissato in concomitanza dei supporti statitici di 15,71 euro. Stop con un ritorno delle quotazioni oltre 16,43 euro.