Eni: concluso collocamento 4% di Galp Energia e di 1.028 milioni di bond convertibili

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 27/11/2012 - 15:42
Quotazione: ENI
Eni ha concluso il collocamento di circa 33,2 milioni di azioni di Galp Energia, corrispondenti al 4% del capitale della società, effettuato attraverso una procedura di collocamento accelerato (accelerated bookbuilding, offerta equity) presso investitori istituzionali internazionali al prezzo di 11,48 euro per azione. Il corrispettivo dell'offerta equity è pari a circa 381 milioni di euro. In seguito alla conclusione dell'operazione, si legge in una nota, la partecipazione del Cane a sei zampe in Galp Energia scenderà dal 28,34% al 24,34%. Nell'ambito della transazione, inoltre, Caixa Geral de Depositos (Cgd) ha esercitato il diritto di vendere la propria quota dell'1% in Galp Energia contestualmente alla vendita effettuata da Eni e alle medesime condizioni. L'ammontare complessivo di azioni di Galp Energia collocato sul mercato da parte di Eni e di Cgd è di circa 41,5 milioni, corrispondente al 5% del capitale della società. In concomitanza con l'offerta equity, la società di San Donato ha concluso il collocamento di circa 1.028 milioni di euro di bond senior unsecured convertibili in azioni ordinarie di Galp Energia. I bond avranno una durata di tre anni e una cedola annuale dello 0,25% pagabile annualmente e in via posticipata. I bond saranno convertibili in azioni ordinarie di Galp Energia a un prezzo di conversione di circa 15,50 euro per azione, che implica un premio del 35% rispetto al prezzo di collocamento dell'offerta equity, pari a 11,48 euro per azione. Il sottostante dei bond convertibili in azioni Galp Energia è rappresentato da circa 66,3 milioni di azioni ordinarie di Galp Energia, pari a circa l'8% del capitale della società. In seguito all'offerta bond, in base agli accordi firmati il 29 marzo scorso, Amorim Energia detiene un diritto di prelazione fino al 3,34% nel caso in cui esercitasse la sua call option o fino all'8,34% nel caso in cui non la esercitasse. Il regolamento dell'offerta equity e dell'offerta bond è interdipendente e si prevede avvenga entro il 30 novembre 2012. Eni intende richiedere l'ammissione alla quotazione dei bond entro 90 giorni dal completamento dell'operazione di offerta e si impegna a non collocare sul mercato ulteriori azioni di Galp Energia per un periodo a partire da ieri e fino a 90 giorni dalla conclusione delle transazioni.
COMMENTA LA NOTIZIA