Eni: collabora con Commissione per fornire informazioni indagine Ue su gasdotti -2

Inviato da Redazione il Gio, 19/03/2009 - 15:27
Quotazione: ENI
La Commissione, qualora al termine del procedimento risultassero confermate le violazioni contestate, intende imporre rimedi strutturali, consistenti nella cessione di tutte le quote detenute da Eni nelle società proprietarie dei sistemi TENP e Transitgas e nelle società che gestiscono i diritti sulla capacità dei sistemi TENP, Transitgas e TAG, oltre che una sanzione pecuniaria, prosegue la nota. La separazione proprietaria che la Commissione vuole perseguire attraverso la cessione obbligata dei gasdotti, oltre ad andare al di là di quanto previsto dalla disciplina di settore, che si limita a prevedere un obbligo di separazione gestionale delle reti, esporrebbe non solo l'Italia, ma l'intera Unione europea a un deterioramento della sicurezza degli approvvigionamenti di gas, come dimostrato dall'ultima crisi del gas tra Russia e Ucraina lo scorso inverno.
COMMENTA LA NOTIZIA