Eni: Citigroup taglia il giudizio a neutral, il motivo risiede nella debolezza del business gas

Inviato da Alberto Bolis il Ven, 08/02/2013 - 11:06
Quotazione: ENI
Citigroup taglia il giudizio su Eni. La decisione del broker Usa non è legata ai recenti sviluppi sul caso Saipem in Algeria ma è legata alla capacità del colosso petrolifero di generare profitti. "Nonostante i business downstream e gas rappresentano solo il 25% delle attività di Eni - si legge nel report di Citi - pensiamo che la loro debolezza continuerà e rappresenterà un ostacolo alla profittabilità del gruppo". Entrambi i business hanno infatti sofferto negli ultimi 3-4 anni in scia alla debole domanda in Italia e in Europa. Per questo motivo Citi ha tagliato il giudizio su Eni a neutral dal precedente buy, abbassando il target price a 17,5 euro da 20 euro e le stime di eps per il periodo 2013-2016 di circa l'11%. Il broker Usa ha però sottolineato i recenti successi esplorativi nel core business del Cane a sei zampe, che mantiene intatte le ambizioni di crescita.
COMMENTA LA NOTIZIA
cane di paglia scrive...
Superspazzola scrive...
buttozzo scrive...