Eni: per Centrosim e’ un partner privilegiato per il settore energetico russo

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il negoziato tra Eni e Gazprom riparte da una piccola località del Mar Nero. E la speculazione torna così a bussare alla porta della società guidata da Paolo Scaroni. Entro un paio di settimane dovrebbe essere firmato fra Eni e Gazprom un memorandum of understanding a sostituzione dell’accordo quadro del maggio scorso, basato su una serie di punti di più ampio respiro, anche mediante acquisizioni corporate, l’entrata di Gazprom nel business elettrico italiano mediante Enipower ed accordi per l’entrata di Gazprom nei mercati europei del gas serviti da Eni, inclusa l’Italia. “Questi accordi confermano che Eni resta un partner privilegiato per il settore energetico russo e aprendone le porte dell’upstream”, scrivono oggi gli analisti di Centrosim nella nota raccolta da Finanza.com confermando il rating buy su Eni con prezzo obiettivo a 28,4 euro. Accordi che secondo gli esperti “genereranno nel tempo notevole valore per il gruppo, sebbene per una quantificazione sia necessario conoscere più in dettaglio la natura degli stessi accordi”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
EUROPA

Total: utile netto balza del 77% nel primo trimestre 2017

Trimestrale migliore delle aspettative per Total in uno scenario caratterizzato dalla risalita dei prezzi del petrolio. In particolare, il colosso petrolifero francese ha visto l’utile netto rettificato balzare del 56% a 2,6 miliardi di dollari (cons…