1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Eni: boom di utili nei primi sei mesi del 2008

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ancora risultati record per Eni, che anche nel primo semestre ha beneficiato dell’aumento dei prezzi del petrolio ma anche di quello che l’amministratore delegato Paolo Scaroni ha definito “il tasso di crescita della produzione più elevato del settore”. Il gruppo Eni ha chiuso i primi sei mesi del 2008 con un utile in crescita del 39,2% a 6,76 miliardi di euro e con un utile netto adjusted pari a 5,37 miliardi di euro.


E anche le previsioni sull’andamento del 2008 sono confermate positive. “Continuiamo a creare valore – ha detto ancora Scaroni – e a crescere con accordi strategici nell’Exploration &
Production e con l’acquisizione di Distrigaz nel Gas & Power”. In particolare la produzione di idrocarburi è prevista in crescita di circa il 2% rispetto al 2007 (assumendo lo scenario aziendale di prezzo del Brent di 112 $/barile per l’intero 2008), i volumi venduti di gas nel mondo sono attesi in aumento di circa il 3% rispetto al 2007, le lavorazioni in conto proprio sostanzialmente invariate rispetto al 2007 e le vendite di prodotti petroliferi rete in crescita di circa il 2 per cento. Nel 2008 sono attesi inoltre investimenti tecnici di circa 14 miliardi di euro, in crescita del 32% rispetto al 2007. Eni si attende a fine 2008 un leverage in leggera diminuzione rispetto a fine 2007.

Un insieme di dati positivi che spingerà l’a.d. del gruppo di San Donato a proporre al Cda un acconto sul dividendo di 65 centesimi per azione, in crescita dell’8,3% rispetto ai 60 centesimi del 2007. Lo stesso Scaroni ha chiarito che la decisione è stata presa “in considerazione dell’eccellente risultato previsto per l’intero anno”.


Il titolo ha risposto positivamente alla presentazione dei conti, aprendo le contrattazioni in rialzo dell’1,5%, per poi sgonfiarsi agli attuali 22,44 euro, in progresso di poco meno dello 0,3%.