Eni bene in Borsa, firmato accordo per Porto Torres per un investimento di 1,2 mld di euro

Inviato da Alberto Bolis il Ven, 27/05/2011 - 09:37
Quotazione: ENI
Eni torna a salire in Borsa, dove mostra un progresso dello 0,80% a 16,37 euro, all'indomani delle frenata dovuta ai timori di uno stop della fase 2 di Kashagan, il mega giacimento kazako di cui Eni è in consorzio con una quota del 16,8%. Ieri, però, il gruppo di San Donato Milanese ha firmato un accordo con gli enti locali della Sardegna e i sindacati per la riconversione del sito petrolchimico di Porto Torres, che diventerà un impianto per la produzione di sostanze bioplastiche. Il colosso guidato da Paolo Scaroni investirà nel progetto 1,2 miliardi di euro. "La decisione della compagnia di investire nell'area arriva dopo le pressioni governative di salvaguardare l'occupazione nel settore della petrolchimica", commentano gli analisti di Intermonte che confermano su Eni la raccomandazione outperform con target price a 21 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA