1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Eni assapora quel bocconcino di Unocal

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Eni assapora il sapore della vittoria. Secondo indiscrezioni di stampa il gruppo petrolifero italiano sarebbe a un passo dall’acquisizione di Unocal. Stando alle voci di stampa il dossier Unocal sarebbe, infatti, entrato nella fase calda. E se Eni riuscisse nel colpaccio, avrebbe la meglio su avversari di assoluto livello come Chevron Texaco e i cinesi della Cnooc. Dall’altra parte che il Cane a sei zampe fosse a caccia in America non è una novità. E anche il nome Unocal è familiare agli addetti ai lavori. La Unocal, acronimo di Union Oil Company of California, è un’azienda di antica tradizione, fondata nel 1890, al nono posto fra i produttori di petrolio e gas degli Stati Uniti con una capitalizzazione di 12 miliardi di euro. Un pezzo pregiato, che secondo i calcoli di Goldman Sachs costa circa 17 miliardi e che sarebbe alla portata di Eni. Alla sede centrale dell’Eni bocche cucite. La politica aziendale è quella di non commentare i gossip di mercato.