Eni ancora in rosso, per Equita chiusura Greenstream non è rischio strategico per forniture Italia -2-

Inviato da Alberto Bolis il Mer, 23/02/2011 - 09:43
Quotazione: ENI
"L'impatto - sottolinea però la sim milanese - è però significativo sulla capacità di export di gas dalla Libia e quindi sulla produzione di idrocarburi di Eni". Il Paese nordafricano rappresenta infatti il 14% della produzione giornaliera di idrocarburi di Eni e che il 56% di questa è relativa al gas, trasportato soprattutto attraverso il Greenstream. Per Equita "l'attuale tensione sui prezzi dell'oil dovrebbe compensare le minori produzioni libiche. Uno scenario di oil price intorno a 100 dollari al barile rispetto alla nostra attuale stima di 90 dollari avrebbe infatti un impatto positivo stimato in circa il 9%". A Piazza Affari il titolo del Cane a sei zampe lascia sul parterre lo 0,87% a 17,14 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA