1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Enertad, Alerion scavalca Erg e si accorda con Agarini per rilevare il 51%

QUOTAZIONI Alerion
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Niente contro Opa. La partita per il controllo di Enertad si risolve con un accordo diretto tra Alerion, azionista al 17% del gruppo energetico, e Luigi Agarini. Il 51% del capitale sociale in mano a quest’ultimo passerà ad Alerion a un prezzo di 3 euro per azione, lo stesso promosso da Erg attraverso un’Opa. Alerion ha quindi trovato un accordo con Agarini, con il quale è in vigore un patto di sindacato, per comprare il suo pacchetto detenuto dalle due holding Tadfin e Fintad. Agarini quindi rifiuterà l’Opa di Erg. Una beffa per il gruppo genovese, anche considerando che il prezzo della transazione è di 3 euro, lo stesso dell’Opa dei Garrone. A fine operazione Alerion deterrà tramite una newco il 68% di Enertad e scatterà conseguentemente un’Opa residuale che dovrebbe attestarsi sui 3,10 euro, ma Enertad non sarà delistata. L’operazione di acquisto della partecipazione e la successiva Opa saranno effettuate tramite mezzi finanziari propri per massimi 40 milioni di euro e tramite il ricorso ad un finanziamento bancario. Alerion si riserva di deliberare un aumento del capitale sociale di almeno 20 milioni, da sottoscriversi in contanti da Alerion stessa e/o da soggetti terzi con i quali condividere l’operazione.