Enel: Ubs taglia del 15% stime su Eps, nuovo piano visto come catalyst negativo

Inviato da Titta Ferraro il Ven, 17/02/2012 - 09:43
Quotazione: ENEL
Ubs pessimista circa le prospettive di redditività di Enel. "La domanda deludente continua a peggiorare le prospettive di redditività delle attività domestiche di generazione di energia" rimarca il report di Ubs che cita anche l'aspettativa di riforme nel mercato energetico e del gas in Spagna e in Italia che probabilmente metterà sotto pressione utili, dividendi e struttura del capitale. La casa d'affari elvetica ha così ridotto le stime di Eps per il periodo 2012-2015 del 15%, tagliando parallelamente anche le attese di dividendo. Ora l'Eps 2012 è atteso a 0,40 dal 0,42 del 2011, per poi scendere ulteriormente a 0,36 nel 2013. La cedola 2012 è vista pari a 0,24 euro per azione per poi scendere ancora a 0,21 il prossimo anno. Il business plan in agenda il 7 marzo secondo Ubs potrebbe rivelarsi un ulteriore catalist negativo.
COMMENTA LA NOTIZIA