Enel: tonica a Piazza Affari, promossa da JP Morgan ma bocciata da Citigroup

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 13/03/2014 - 09:58
Quotazione: ENEL
Enel brilla a Piazza Affari all'indomani della pubblicazione dei conti 2013 e del nuovo piano industriale. Il titolo sul Ftse Mib segna un progresso del 2,63% a 2,97 euro. Questa mattina gli analisti di JP Morgan hanno alzato la raccomandazione sul colosso energetico a overweight dal precedente neutral con target price fissato a 4,30 euro.

L'aggiornamento del piano ha convinto gli esperti su alcuni fattori: il processo di ristrutturazione più veloce di quanto previsto; la dipendenza dalla rete, i contratti a lungo termine e i servizi secondari hanno significativamente ridotto il rischio per il futuro sui cash flow operativi; inoltre, gli azionisti saranno ripagati della loro attesa con più alti dividendi. Tutto questo, fa notare JP Morgan, in un contesto in cui i più bassi rendimenti sovrani continueranno a fornire un supporto. Enel contina a trattare a sconto rispetto al settore mentre il dividend yield è ora maggiormente in linea con il settore.

Di altro parere Citigroup che invece ha abbassato il giudizio sulla società italiana a neutral dal precedente buy. Il broker si aspetta che l'Eps rimanga piatto nei prossimi tre anni e il dividend yeld al di sotto della media del settore. "A seguito della recente forte performance del prezzo dell'azione, crediamo che il titolo sia al momento pienamente valutato", spiega Citigroup.
Banca Akros ha da parte sua rivisto al rialzo il prezzo obiettivo a 4,1 euro da 3,25 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA