Enel e Terna guidano i ribassi degli energetici

Inviato da Redazione il Gio, 29/09/2005 - 15:51
Quotazione: ENEL
Giornata difficile per i titoli testimonial del comparto energetico a Piazza Affari. Il settore risente dell'ipotesi che la finanziaria che il governo sta per varare introduca una tassa sulle grandi infrastrutture nazionali di rete, dai metanodotti agli elettrodotti. Le società che potrebbero essere colpite sono Enel, Snam Rete Gas e Terna. Le vendita hanno pertato fatto capolino su tali società con il titolo Enel che da stamane viaggia nelle posizioni di coda dell'S&P/Mib in ribasso di circa 1 punto percentuale a quota 7,17 euro. Ribasso più marcato per Terna che lascia sul terreno l'1,49% a 2,185 euro mentre Snam RG limita le perdite (-0,73%). A nulla è servita la notizia arrivata stamane della distribuzione di un dividendo straordinario di 19 centesimi per azione da parte di Enel legato alla vendita della quota del 29,9% di Terna. Data di stacco della cedola il prossimo 21 novembre. Tra le mid cap pagano dazio anche Aem (-1,42%) e Acea (-0,77%).
COMMENTA LA NOTIZIA