Enel spera nel no dell'Antitrust all'offerta di Gas Natural su Endesa

Inviato da Redazione il Lun, 10/10/2005 - 08:37
Quotazione: ENEL
Lo shopping previsto da Enel in Europa si fa più arduo alla luce delle operazioni di acquisizione che i competitor europei hanno intrapreso in queste settimane. La situazione si è fatta difficile soprattutto in Spagna dove il 22% di Union Fenosa in mano fino a poche settimane fa a Banco Santander, e possibile target di acquisizione per Enel, non è più a disposizione (è andato all'Acs di Florentino Perez). A questo va ad aggiungersi la mossa a sorpresa dell'Opa di Gas Natural su Endesa, con Enel spera nel no dell'Antitrust all'offerta di Gas Natural su Endesa, con Enel che ancora spera nel no dell'Antitrust all'offerta di Gas Natural su Endesa. La spesa per rilevare la quota di Union Fenosa sarebbe stata inferiore ai 2 miliardi, e la successiva Opa avrebbe comportato un esborso non superiore agli 8 miliardi di euro, cifra non proibitiva per l'Enel che ne avrebbe beneficiato con un incremento sulle stime dei propri utili dell'8% circa. Intanto venerdì l'amministratore delegato di Enel Fulvio Conti, intervenuto a margine del Convegno dei Giovani Industriali a Capri, ha preannunciato che il terzo trimestre di Enel è andato molto bene. Per quanto concerne la questione Snet, i ritardi sono dovuti principalmente all'offerta di Gas Natural su Endesa.
COMMENTA LA NOTIZIA