Enel: risultato netto in calo nel primo semestre, pesa situazione economica e Robin Tax

Inviato da Luca Fiore il Gio, 02/08/2012 - 18:48
Quotazione: ENEL
Enel ha chiuso il primo semestre 2012 con un risultato netto di gruppo di 1.821 milioni di euro, in calo del 28,6% rispetto ai 2.552 milioni di euro dell'analogo periodo dell'esercizio precedente. "La riduzione del periodo risente, oltre che della flessione del risultato operativo, dell'effetto derivante dall'applicazione sui risultati del periodo delle modifiche introdotte in Italia nel secondo semestre 2011 alla c.d. Robin Hood Tax", riporta la società in una nota. L'Utile netto ordinario del Gruppo nel primo semestre 2012 è pari a 1.640 milioni di euro, in calo di 665 milioni di euro (-28,9%) rispetto ai 2.305 milioni di euro rilevati nell'analogo periodo del 2011.

Segno più per i ricavi che con un incremento di 2.301 milioni di euro (+6%) sono saliti a 40.692 milioni. "La variazione positiva è sostanzialmente riferibile all'incremento dei ricavi da vendita di energia elettrica nei mercati in cui opera la Divisione Internazionale ed in America Latina, connesso essenzialmente alle maggiori quantità vendute". L'indebitamento finanziario netto sale a 47.572 milioni (44.629 milioni a fine 2011). Per quanto riguarda i prossimi mesi "la diversificazione geografica e tecnologica, i programmi di efficienza operativa già avviati, l'ottimizzazione degli investimenti e la razionalizzazione della struttura societaria in America Latina, possono consentire di minimizzare gli impatti negativi che la citata congiuntura economica sfavorevole e l'attuale incertezza regolatoria spagnola potranno generare sui risultati del Gruppo".
COMMENTA LA NOTIZIA